Come preparare un altare

"Sii impegnato con pace": crea il tuo altare buddista 
La preparazione di un altare è di per sé una pratica meditativa e un momento per impegnarsi nella ricerca spirituale. L'altare è una rappresentazione delle qualità che è possibile sviluppare attraverso la meditazione, e quindi ha molteplici significati: ispira la nostra pratica, è uno strumento per purificare i difetti mentali, generare meriti e invocare le benedizioni degli esseri sacri. Le dimensioni di un altare e ciò che lo compone dipendono dalle proprie preferenze e possibilità, comunque le seguenti linee guida permettono di modellare un tempio buddista secondo la tradizione tibetana.   

Inizia dalle basi: linee guida per la disposizione dell'altare 

“Trasforma il tuo piccolo cuore egoista e la tua piccola mente che si "afferra al sé” nel grande cuore e nella grande mente del guerriero risvegliato"

Un altare buddista è un luogo sacro e, come tale, merita uno spazio dedicato e pulito o, idealmente, una camera della casa. È il tuo angolo di meditazione, rappresenta le qualità del Buddha che si desidera raggiungere e, quindi, sarà meglio collocarlo all'altezza degli occhi quando si è in piedi o seduti sul cuscino di meditazione.

L'altare rappresenta il corpo, la parola e la mente del Buddha nonché i Tre Gioielli del rifugio.

Al centro si pone l'immagine del Risvegliato, ovvero il nostro Guru o il Buddha. L'immagine si adorna con alcune offerte e questa può essere una configurazione di base. 

Le statue buddiste tibetane sono realizzate in bronzo e, secondo l'antica tradizione, sono riempite con rotoli di mantra e sostanze sacre. Ciò conferisce alla statua un potere di benedizione. La statua può essere benedetta dal tuo maestro o durante cerimonie speciali come il Rabne Chenmo.

Intorno alla figura centrale possono essere posizionate immagini di divinità del Tantra, protettori del Dharma e maestri spirituali che abbiano un rilievo per la propria pratica e che possono supportare le proprie visualizzazioni. 

Sulla parte sinistra del tempio è generalmente posizionato un testo di Dharma, come il sutra della Prajnaparamita, che ci ricorda la parola del Buddha.  

A destra, un dorje e campana o uno stupa che simboleggiano la mente del Buddha. 

Sebbene tutti i simboli siano importanti, la parola del Buddha occupa solitamente la posizione più alta e poi, in ordine, il corpo e la mente del Buddha. In una posizione più bassa possono essere collocate le offerte.

Comunque, se non si si dispone degli oggetti sopra detti, anche un'immagine del Buddha e alcune offerte vanno bene per preparare un altare. Ciò che è veramente importante è il valore spirituale attribuito all'altare e quindi il suo potere di rinforzare la nostra aspirazione a raggiungere la pace interiore e ad essere liberi dai difetti mentali, al fine di aiutare e guarire noi stessi, l'ambiente e gli altri esseri senzienti. 

Recitiamo OM AH HUM per rendere le offerte vaste come un oceano

"Visualizza la sillaba AH: è il simbolo primordiale dello spazio"

Tradizionalmente, gli altari buddisti tibetani comprendono delle ciotole per le offerte, incenso, fiori, candele e lampade al burro per soddisfare i cinque sensi. In particolare, la luce dissipa l'ignoranza con i raggi illuminanti della saggezza. Ciò che è importante quando si fanno le offerte è che la nostra motivazione sia pura: coltivare la generosità verso tutti, offrendo con gioia e senza attaccamento, riduce gradualmente il nostro egoismo e il karma negativo che ne consegue. 

L'acqua è una sostanza semplice da trovare e disponibile in abbondanza quindi, per la maggior parte di noi, è facile da donare. Solitamente sull'altare buddista tibetano sono presenti sette ciotole per l'acqua che simboleggiano: acqua da bere, acqua per rinfrescare i piedi, fiori, incenso, luce, profumo, cibo.  Spesso è aggiunto un simbolo come una conchiglia o una ciotola in più a simboleggiare l'offerta di musica.

  • Le ciotole d'acqua simboleggiano anche i sette rami della preghiera: omaggio e prostrazioni, 
  • fare offerte ai Buddha,
  • la confessione di azioni non virtuose,
  • il gioire delle buone qualità di se stessi e degli altri,
  • la richiesta ai Buddha di restare in questo mondo,
  • la richiesta ai buddha di insegnare,
  • la dedica dei meriti 

 

Si possono anche offrire parte del prorpio pasto, un po' di tè, fiori e altre prelibatezze, purché siano sostanze pulite, fresche e acquisite con rettitudine. Sarà meglio scegliere un incenso a base di ingredienti naturali e puri, privi di componenti chimici e inquinanti. Gli oggetti sull'altare dovrebbero riflettere il più possibile le nostre azioni consapevoli e pacifiche [+ link a chi siamo].

Uno strumento per trasformare la mente

"Sviluppa bodhicitta, la motivazione compassionevole altruistica del voler beneficiare tutti gli esseri senzienti attraverso le proprie azioni. Così otterrai grande felicità"

L'altare rappresenta il nostro intento più profondo e puro di sviluppare le nostre qualità interiori e di raggiungere l'illuminazione a beneficio di tutti gli esseri senzienti. 

Le offerte dovrebbero essere fatte con una motivazione sincera. Ciò purifica il karma negativo, coltivare la generosità e mette le cause per accrescerla. Mentre recitiamo il mantra OM AH HUM possiamo visualizzare offerte illimitate che pervadono tutto lo spazio e soddisfano tutti gli esseri senzienti e le divinità. 

Infine, è importante non dimenticare di dedicare i meriti accumulati attraverso questa pratica: possano tutti gli esseri avere la felicità e le sue cause, essere liberi dalla sofferenza e dalle sue cause, non essere mai separati dalla grande felicità che è al di là di ogni sofferenza, dimorare nell'equanimità, liberi dall'attrazione verso alcuni e l'avversione verso gli altri e godere della pace interiore e mondiale ora e sempre.

“Recita il mantra OM AH HUM e svilupperai le energie cristalline del corpo, della parola e della mente”

Allestire l'altare e rinnovare le offerte è una pratica che può essere eseguita secondo rituali ricchi di un profondo significato. Preziose istruzioni sulla preparazione dell'altare sono disponibili sulla lezione "I sei dharma di preparazione" di Lama Michel Rinpoche. 

Tutte le citazioni sono tratte dall'Oracolo di folle saggezza di T.Y.S. Lama Gangchen Rinpoche

Lascia un commento

Si prega di notare che i commenti sono soggetti ad approvazione prima di essere pubblicati